sabato 13 settembre 2008

Signoraggio bancario parte 4

Chi ha ucciso John Kennedy?

Il Presidente Kennedy, con l’ordine esecutivo 11110, impedì alla Federal Reserve di prestare denaro su interesse al Governo Usa. Poi dichiarò che esistono poteri occulti che manovrano il mondo e rendono l’essere umano suddito di tali poteri. John Kennedy fu ucciso poco dopo, il 22 Novembre 1963, e le nuove banconote basate sul vero valore dell’argento da lui volute, furono sostituite ancora dal dollaro emesso dalla Fed. Chi si oppone muore. L’identica cosa è accaduta al Presidente Abramo Lincoln, assassinato probabilmente per lo stesso motivo molti anni prima.
I libri di Storia non menzionano molto il crollo della Borsa del 1929, proviamo a vedere perchè. Il famoso crollo della Borsa del 1929 fu organizzato da una elite di banchieri appartenenti alla Federal Reserve. Tra il 1921 e il 1929 la Fed aumentò notevolmente la massa monetaria in circolazione e ci fu una crescita dei prestiti alle aziende, ai singoli cittadini e alle altre banche. In più introdusse il “prestito a margine”, che consentiva all’investitore di acquistare un titolo al 10% del prezzo originale, mentre il rimanente 90% veniva coperto da un intermediario, il broker. La truffa era basata sul fatto che il prestito poteva essere ritirato in qualunque momento e doveva essere pagato entro 24 ore. La chiamata a margine addizionale obbligava quasi sempre a vendere i titoli acquistati a credito. Poco prima del 24 Ottobre del 1929, passato alla Storia con il nome di “Giovedì nero”, J.D.Rockefeller e Bernhard Barack si sfilarono dal mercato senza preavviso e così i banchieri “esterni” che avevano concesso prestiti a margine li ritirarono su scala nazionale. Questo innescò una reazione a catena: vendita di titoli per pagare i debiti, prelievi, crollo di 16'000 banche e la possibilità per i cospiratori della Fed di acquistare a prezzi stracciati migliaia di banche rivali fallite. Come se non bastasse, la Fed non aumentò la massa monetaria ma la diminuì, causando la più grande depressione americana. Poi, ancora Louis McFadden disse che fu tutta una manovra studiata per dimostrare al mondo chi fossero i veri padroni e decise di opporsi ai cartelli bancari dando inizio alle procedure di impeachment contro il Consiglio della Fed, ma morì avvelenato dopo aver già subito due tentativi di omicidio. I banchieri della Fed, dopo aver ridotto in ginocchio il popolo americano, decisero di abolire il Gold Standard, ma per farlo dovettero rastrellare tutto l’oro in circolazione. Così, nel 1933, con il pretesto della soluzione alla grande Depressione, diedero il via alla confisca dell’oro sotto minaccia di una pena di 10 anni di galera per chi si fosse rifiutato di cederlo al Tesoro dello Stato. Il Gold Standard fu liquidato nello stesso anno e il Dollaro Usa non fu più convertibile in oro, basta leggere la scritta sulle banconote pre-1933 “convertibile in oro” e la scritta di adesso “moneta a corso legale” per accorgersene anche senza studiarne i dettagli. Perciò l’unica cosa che assegna un valore al Dollaro, all’Euro ecc, è la quantità di massa monetaria emessa dalle Banche Centrali, che ne regolano il potere d’acquisto o inflazione.

14 commenti:

V ha detto...

Ancora un ottimo articolo,credo che una situazione simile a quella del 1929 si stia attuando tutt'ora.......

Marco Iannello ha detto...

Già, a partire dai subprime fino al pesante indebitamento delle aziende.

Clelia ha detto...

Notizie storiche interessantissime. Dovrebbero essere scritte ed imparate sui libri di Storia. Non dico che la storia degli antichi dovrebbe essere abolita... per carità io adoro l'archeologia, ma insomma questi avvenimenti dovrebbero essere conosciuti da tutti.

Complimenti per il post... veramente educativo

buona domenica

Clelia

Marco Iannello ha detto...

Grazie Clelia, buona domenica anche a te. Ciao

natale ha detto...

ciao bel blog... e ottimi i post sul signoraggio...

esperia ha detto...

Ciao marco, è la prima volta che leggo questo blog. Dal mio punto di vista, mi sembra un poco contorto quello che stai cercando di spiegare sul signoraggio. Non capisco dove vuoi arrivare e cosa intendi dire. Non tutto è sotto il controllo delle Banche (comunque controllate da individui).
Inoltre se pure la storia non è sempre quella che viene raccontata, si baserà sulla realtà vista dal popolo. L' esperiemza mi ha insegnato che in certe situazioni la verità è sempre nel mezzo.
Pertanto dovresti essere più cauto nei tuoi "editti"... prendilo come un consiglio.
Comunque complimenti per gli argomenti che riesci a trattare piuttosto complessi e che rendi comprensibili.

Bahrabba ha detto...

interessanti i tuoi articoli, su che fonti ti sei basato per quelli che hanno come tema il signoraggio?

Miryam ha detto...

Complimenti Marco per queste tue analisi davvero interessanti.
Spero che vengano lette e recepite ,almeno in parte,da chi crede ancora agli specchietti per le allodole anche se dubito fortemente che ciò possa verificarsi....
Ciao!
P.S.
Hai firmato la petizione sulla scuola?
Sul mio blog c'è il banner. Colgo l'occasione per invitare anche i tuoi visitatori a farlo, ovviamente se ne condividono i contenuti. Grazie!!!

Matteo L. ha detto...

A quanto pare si capisce come mai quasi tutti i tuoi lettori hanno votato le banche come padroni dell'Italia. Ti aspetto da me, ho inserito la lista

Marco Iannello ha detto...

Per barhabba: mi sono basato sulle informazioni prese dal film-documentario "zeitgeist" e sul libro "euroschiavi".
Per miryam: al più presto passerò da te e firmerò la petizione. Ciao

Marco Iannello ha detto...

Per esperia: non faccio editti, raccolgo informazioni, faccio ricerche e pubblico sul blog quello che scopro, dopo aver controllato l'autenticità e la buona fede delle fonti dalle quali attingo. Dove voglio arrivare? Voglio dire che fondamentalmente siamo nelle mani delle banche(ovvio che sono controllate da individui come dici tu, cosa credevi? Dagli alieni forse?). Ma soprattutto di quelle banche che possiedono una parte del capitale azionario della banca d'Italia (pubblicherò l'elenco degli azionisti BI). Il meccanismo l'ho già spiegato nei precedenti articoli e non mi va di riscriverlo qui.
Cmq grazie per l'attiva partecipazione e per le critiche costruttive che hai fatto. Un saluto

V ha detto...

E' tutto nelle mani delle banche,famiglie come i Rothschild e Rockfeller controllano il mondo,tutto grazie alla carta straccia che stampano.

Marco Iannello ha detto...

Non vale niente quella cartaccia, eppure con quella ci controllano i media e i governi.

Hires ha detto...

"Oggi 22 novembre ricorre l’anniversario della morte di J. F. Kennedy. Un presidente sopra le righe per molti aspetti, ma soprattutto per l’ordine esecutivo 11110”...
leggi il seguito su:
F.Kennedy e l'ordine esecutivo 11110