domenica 28 settembre 2008

Cani da guardia

Per chi ancora crede che i mass media non possono influenzare la mente della gente, espongo qui di seguito un piccolo esempio: Come mai quando uno dice che il fondatore di un partito a caso (Forza Italia) è stato condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa, le persone non fanno una piega, mentre quando gli si dice che un ragazzo fuma le canne si scandalizzano e organizzano dibattiti seduta stante? Ho visto uomini e donne adulti, persino professori di liceo, restare impassibili mentre gli si parla di signoraggio bancario o della condanna per mafia di Giulio Andreotti(che naturalmente credevano assolto). E li ho visti indignarsi e proporre collette per salvare i cani abbandonati in autostrada. Per carità, non c’e’ niente di male se qualcuno si impegna per accudire i “nostri amici a quattro zampe”(come li chiama Studio Aperto) ma se questo gesto non è accompagnato da un interesse verso il genere umano si rischia di apparire egoisti. I cani si e le vittime della Tyssen krupp no. Perché? Ormai è una vera e propria degenerazione e questa degenerazione si può trovare nelle risposte che i degenerati danno alle nostre domande. Faccio un esempio vissuto in prima persona:
(il primo degenerato è un’insegnante di lettere, il secondo è uno studente)
Degenerato: “Ieri ho visto un servizio al tg [scommetto Studio Aperto!, nda] che parlava di un cane che ha bisogno di un’operazione alla zampa. Che ne dite di fare una colletta tutti insieme?”
io: “Ma come? Qualche settimana fa c’era bisogno di 1 euro a persona da sborsare per poter completare la costruzione di una scuola in Ruanda e non è stato detto niente, mentre adesso per un cane organizziamo una colletta?”
degenerato: “Tu devi imparare che a volte i cani sono molto meglio delle persone”
compagno di classe degenerato: “Quanto sei pesante!”
Pesante io?Se peso solo 68 kili! A parte gli scherzi, la risposta data dall’insegnante è davvero orrenda, sulle prime non avevo fatto caso alla gravità della sua affermazione ma adesso mi rendo conto che dovrebbe andare a nascondersi. Ma che diavolo è successo? Come è possibile dire cose simili? Perché ci odiamo e preferiamo aiutare i cuccioli di cane piuttosto che i bambini denutriti del Terzo mondo? Mistero. Lascio a voi le considerazioni e le riflessioni…Scherzo! Ovviamente le faccio io. Si da più importanza agli animali feriti che alle vittime sul posto di lavoro e ai feriti in Iraq perché i mezzi di comunicazione, tv in testa, danno più risalto alle storie dei cani abbandonati piuttosto che alle sventure dei clandestini e delle persone che hanno perso la famiglia a causa dei bombardamenti. I tg amano parlare della nascita di un cucciolo di panda in uno zoo e scansano, con grande abilità bisogna ammettere, gli argomenti scomodi. Scomodi per chi? Per i padroni dell’informazione: Il governo e i partiti, la confindustria, le banche. Adesso Berlusconi controlla Mediaset, che è di sua di proprietà, la Rai dato che il consiglio di amministrazione è eletto dal Parlamento, e 20 giornali (Panorama, Il Giornale, Il Foglio..). Perciò possiede il 95% dei mezzi di comunicazione italiani. Di cosa volete che parlino i suoi tg? Di mafia? Di condannati in Parlamento? Degli incidenti sul lavoro? Dell’incertezza della pena? E di tutti gli altri problemi del Paese? No, di veline, gossip, omicidi e… cani. Si parla solo di cose che non risultano scomode nei confronti del potere, e le questioni emotive sono tra queste. Ecco perché i telegiornali, e di riflesso la maggioranza degli italiani (plasmata a piacimento dai mass media), sono sensibili ai gossip, alla cronaca nera e ai cagnolini ed ignorano, per motivi diversi, gli argomenti che hanno concrete ripercussioni sulla nostra vita. Oramai non hanno più bisogno di mentire, parlano dei cani e tutti si dimenticano in che situazione ci troviamo. I cani, loro malgrado, sono diventati una sorta di “cani da guardia” al servizio del potere, hanno scavalcato persino i giornalisti. Se ci sono loro, le menzogne, gli scandali e le vergogne spariscono dal teleschermo quasi per magia.
Se le cose resteranno così la verità rimarrà nascosta saecula saeculorum. Amen.

11 commenti:

Michele Giordano ha detto...

io firmerei una petizione per chiedere di chiudere questi tg del cazzo che servono solo per le casalinghe e pensionati rincoglioniti!

marcocaiella ha detto...

Vedi, le considerazioni che esponi rispondono al quesito viscerale perchè il 62% del pecorame italico lo pone sul piedistallo dello "statista" e non nel trogolo dei maiali...
Cari lettori, c'era una volta una trasmissione che si chiamava "drive in"..... ecc. ecc..

ciclofrenia ha detto...

Ma dai! Abbiamo Studio Aperto per la vera informazione, di che ti lamenti?!

Marco Iannello ha detto...

X michele giordano: magari!avremmo solo da guadagnarci.
marcocaiella: vero. Se gli italiani continuano a vedere in lui l'immagine di uno statista forte, anche essendo a conoscenza dei suoi precedenti penali, è perchè certe questioni (morali e penali)sono state cancellate dalla testa delle persone.
x ciclofrenia: hai ragione...meno male che c'e' studio aperto a fare vera informazione...:-) (studio aperto scritto appositamente con le lettere minuscole)

Blogger ha detto...

Ciao Marco.
Guarda, chi afferma che la comunicazione non possa influenzare il comportamento non dice la sua opinione, cela la verità.
Qualunque sociologo serio sa che la comunicazione può influenzare l'opinione, ci sono testi accademici su questo.
Ma se chi parla della comunicazione fa comunicazione, capirai, non è facile sentire la frase " sì, è vero, sono uno stronzo e lo so".
Suona male, non trovi?
Bel post, veramente, e argomento importantissimo.
Dario
ITALY ITALIA

Marco Iannello ha detto...

Giusto, però io non mi riferivo a chi fa comunicazione ma a chi la subisce, vale a dire i cittadini. Ce ne sono molti che sono convinti di non essere influenzati dalle menzogne della tv. Ciao

Pellescura ha detto...

Secondo me rispettano tanto gli animali e per quello fanno una tv da cani.
Cmq nella migliore delle ipotesi la tv omologa verso il basso, nelle peggiore rincoglionisce.

V ha detto...

Magari rispettassero almeno gli animali!!!
Le trasmissioni televisive come i media in generale devono dare notizie che coinvolgano sentimentalmente,per questo a volte si parla di animali......Poi sesso e calcio.....
La gente viene distratta e non pensa minimamente ad approfondire per capire,poi creando povertà ti costringono a lavorare tutto il giorno così non hai più nanche il tempo per pensare........

Marco Iannello ha detto...

V, porca tr**, ma non è che per caso siamo fratelli??

Clelia ha detto...

Proprio oggi ho avuto la mia prima lezione al master International Journalism in Londra. Abbiamo parlato anche di questo ed io ed miei amici italiani abbiamo espostoparlato dei "cani da Guardi".

Clelia a Londra

V ha detto...

Marco,mi farebbe molto piacere collaborare con te,magari ci si può pure incontrare,tu dove abiti,se vuoi puoi contattarmi per mail:
freemind1@hushmail.com