mercoledì 3 dicembre 2008

Un emerito Kossiga

Abbiamo sempre avuto il sospetto che le cose non andassero come dovrebbero. Abbiamo avuto indizi e prove ma mai una vera e propria confessione…fino ad ora. Il Presidente emerito Francesco Cossiga in un’intervista ha spiegato qual e’ la tecnica sempre usata dai governi per sopprimere le proteste e quindi le coscienze degli italiani. Ha detto che per screditare le manifestazioni degli studenti anti-Gelmini si deve: “Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano”. E poi afferma di aver agito anche lui in questo modo quando era Ministro dell’Interno: “Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand`ero ministro dell`Interno”. Non contento, Francesco Kossiga (con la “K” come veniva soprannominato anni fa) ha scritto pochi giorni fa una lettera al Capo della Polizia Antonio Manganelli, che recita testualmente:
“Caro Capo [Antonio Manganelli, ndr] per alcune dichiarazioni paradossali e provocatorie da me rese sul come gestire l’ordine pubblico in questa ripresa di massicce manifestazioni e come, spengendo tempestivamente i focarelli, si possa evitare che divampino poi gli incendi, mi sono beccato denunzie da molte persone, sacerdoti, frati e suore comprese, e sembra che ne sia in arrivo una da parte di S.Em.za il Card. Tettamanzi, firmata anche dai alcuni suoi fedeli adepti dei Centri Sociali, dei No Global e dei Black Bloc. Osando contro l’osabile, caro Capo, vorrei darLe un consiglio. Gli studenti più grandi, anche se in qualche caso facendosi scudo con i bambini, hanno cominciato a sfidare le forze di polizia, a lanciare bombe carta e bottiglie contro di esse e a tentare occupazioni di infrastrutture pubbliche, e ovviamente, ma non saggiamente, hanno reagito con cariche d’alleggerimento, usando anche gli sfollagente e ferendo qualche manifestante. È stato, mi creda! un grande errore strategico. Aspetterei ancora un po’ adottando straordinarie misure di protezione nei confronti delle sedi di organizzazioni di sinistra. E solo dopo che la situazione si aggravasse e colonne di studenti con militanti dei centri sociali, al canto di ‘Bella ciao’, devastassero strade, negozi, infrastrutture pubbliche e aggredissero forze di polizia in tenuta ordinaria e non antisommossa e ferissero qualcuno di loro, anche uccidendolo, farei intervenire massicciamente e pesantemente le forze dell’ordine contro i manifestanti, ma senza arrestare nessuno. Il comunicato del Viminale dovrebbe dire che si è intervenuto contro manifestazioni violente del Blocco Studentesco, di Casa Pound e di altri manifestanti di estrema destra, compresi gruppi di naziskin che manifestavano al grido di ‘Hitler! Hitler!’. Questo il mio consiglio”.
Ma perché questo qui è senatore a vita?! Come ha fatto a diventare Presidente della Repubblica?
Mi sembra inutile commentare, ormai si è capito perfettamente come vanno le cose. Si è anche capito, forse, chi erano i black block del G8 di Genova, quelli che non venivano caricati dalla Polizia e che sono stati pizzicati dalle telecamere a parlare tranquillamente con alcuni poliziotti. Non è difficile arrivarci, basta fare 2 più 2: La manifestazione durante il G8 è scomoda e bisogna screditarla? Allora si segue il consiglio di Kossiga, “infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto”, e poi “le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale”.
Ecco il segreto.

9 commenti:

Anticlericale89 ha detto...

Eh!!!

Si,questo è senatore a vita e presidente emerito (cojon?) della repubblica (delle banane) ItaGliana...suvvia,possiamo sempre piangere o bestemmiare,io per esempio bestemmio come un mulo ogni volta che vedo la faccia del Kossiga criminalis.


Signore e signori...questa è l'ItaGlia!

Bella vero?

Marco Iannello ha detto...

Ma a me nn piace tanto questa Itaglia però...
Vediamo intanto che si può fare

valeria ha detto...

ciao! se sei un aspirante o già prodetto giornalista, è nato un nuovo blog sul giornalismo, in cui se vorrai partecipar, potrai pubblicare i tuoi scritti inserendoli a scelta nelle varie categorie presenti: Denuncie; Natura; Politica; Società.
al fine di aprire didattiti e approfondimenti con tutti gli utenti partecipanti e avere un modo per pubblicizzarsi e farsi sentire! troverai tutto ciò che ti serve sul blog! www.street-journal.blogspot.com
se invece sei un aspirante scrittore partecipa al blog www.street-book.blogspot.com per pubblicare i tuoi scritti e renderli liberi verso gli editori. una nuova e originale possibilità per farsi conoscere!
spero aderirai all'iniziativa.

Marco Iannello ha detto...

Grazie per il suggerimento valeria.

valeria ha detto...

ciao! curo personalmente il blog. per far si che i tuoi lavori vengano pubblicati basta inviarli a streetbook@ymail.com, specificando in che sezione vuoi che vengano inseriti. possono essere inserti giornalistici, denunce, tutto quello che vuoi, basta specificarlo. (politica, società, natura,denunce). per far parte dei collaboratori basta cliccare su 'segui questo blog'.
puoi dire tutto quello che ti pare su qualsiasi cosa, il blog è pubblico e libero per questo! :D
n.b: ci tengo a precisare che la buona uscita del blog dipende da voi. io metto a disposizione visibilità e tutto, ma senza i vostri lavori non ho che fà! ;P
invia materiale per quanto ti pare e se ti va partecipa alle discussioni e proponine di tue.
aspetto tuoi lavori! a presto!

valeria ha detto...

naturalmente spargi la voce con chi possa esserne come te, interessato! :D
grazie della collaborazione!

Blogger ha detto...

Io sono stato in vacanza.
Tu, scuse? A presto.
Blogger.

PS Cossiga sa ciò che dice, il problema è che non ha pudore.

Anticlericale89 ha detto...

CIao passo per farti gli auguri di buone feste

Buon natale

V ha detto...

Buon Natale a tutti!